BLACK FRIDAY: -25% per ordini di almeno 50€ Leggi i dettagli

Cacao: l'ingrediente con mille e più benefici
lunedì 6 giugno 2022

Cacao: l'ingrediente con mille e più benefici

Il cacao è una sostanza o alimento molto speciale, non solo in ambito culinario, ma anche a livello curativo per il nostro organismo. Conosciamo meglio la preziosa pianta, l’alimento che ne deriva, le sue proprietà e i tanti benefici per la salute.

Che cos’è il cacao

Il cacao è una pianta appartenente alla famiglia delle Sterculiace che può contenere circa 40 grossi semi suddivisi su 5 file, tutte a forma di mandorla. In genere la sostanza vera e propria del cacao viene estratta da questi grandi semi attraverso un processo di fermentazione, torrefazione o triturazione. Negli ultimi anni il cacao è stato spesso oggetto di studi scientifici e le ricerche hanno dimostrato come tale sostanza sia dotata di proprietà davvero curative e salutari e questo, grazie soprattutto alla presenza di molti antiossidanti di natura fenolica. Vediamo le sostanze e le proprietà di quello che è spesso definito come “il cibo degli dei”.

Le speciali proprietà del cacao

Il cacao in polvere è una sostanza estremamente ricca di polifenoli (antiocianine, catechine e leucocianidine) ovvero degli antiossidanti che sono in grado di rallentare il processo di invecchiamento delle cellule del nostro organismo e di combattere i radicali liberi. Inoltre il cacao contiene anche una buona dose di proteine, lipidi, glucidi, vitamine B, molteplici Sali minerali e soprattutto la serotonina e la caffeina, sostanze quest’ultime che aiutano a mantenere la concentrazione e sono molto utili contro la depressione e l’ansia.

Tutte queste proprietà così speciali e varie possono essere assunte principalmente attraverso il cacao amaro, utilizzato spesso come ingrediente per moltissime ricette oppure attraverso il cioccolato fondente, altro ottimo prodotto ricco di proprietà.

In genere è però consigliato non esagerare troppo con il cacao, dal momento che è una sostanza molto energetica e calorica. Non a caso, infatti, il cacao è molto consumato tra gli sportivi che hanno bisogno di carica prima di una prestazione. Mentre, invece, non è consigliato farlo assumere ai bambini da zero ai tre anni a causa del rischio di allergie e lo stesso vale anche per le donne che allattano al seno. Questo perché la caffeina presente nel cacao può causare insonnia o nervosismo.

Le proprietà cardioprotettive del cacao

Come già detto il cacao in polvere o il cioccolato fondente presentano nella loro composizione i polifenoli, sostanze che riescono a ridurre la pressione del sangue e quindi possono essere un’ottima arma per contrastare l’ipertensione delle arterie del cuore. Questo perché i polifenoli del cacao sono in grado di aumentare i livelli di Ossido Nitrico endoteliale, un composto che può indurre vasodilatazione, riducendo di conseguenza la pressione del sangue.

Non a caso, durante uno studio epidemiologico sugli abitanti dell’arcipelago di Panama, si è scoperto che chi consuma mediamente tre tazze al giorno di una bevanda a base di cacao, non soffre di ipertensione e che nella zona di questo arcipelago, sono solamente il 2,2% le persone che soffrono di tale patologia. Nonostante il fattore ambientale giochi sicuramente a favore di tale popolazione, si è ipotizzato che l’elevata presenza di flavonoidi nel cacao possano avere un ruolo molto importante.  

Inoltre il cacao amaro in polvere, a differenza delle barrette di cioccolato al latte, può avere degli effetti postivi per il mantenimento del peso corporeo o per un potenziale dimagrimento. Le persone obese o in sovrappeso, che possono rischiare di soffrire di malattie cardiovascolari, possono assolutamente assumere cacao in polvere dal momento che contribuisce a ridurre il senso di appetito, aumentando la sazietà e riesce anche a stimolare l’ossidazione lipidica, contrastando i livelli di infiammazione.

Riduzione del colesterolo

Parlando di malattie cardiovascolari o di dimagrimento, è importante dire come il cacao in polvere, essendo ricco di antiossidanti, può portare ottimi benefici anche sul colesterolo. Infatti una regolare assunzione di cacao può aumentare la percentuale di colesterolo buono HDL e abbassare quello cattivo LDL. Tant’è che secondo molti studi, i polifenoli del cioccolato fondente possono aiutare a ridurre il rischio di contrarre il diabete di tipo 2 ed in più, anche il burro di cacao può aiutare. Questo perché è ricco di acido stearico che abbassa la pressione alta e può ridurre quindi il colesterolo e i trigliceridi.

Le proprietà psicoattive

Se abbiamo parlato molto del cacao per le sue proprietà cardioprotettive, è assolutamente importante parlare anche dei suoi benefici a livello di sistema nervoso.

Infatti diversi studi, effettuati presso la Harvard Medical School e la Columbia University, si sono focalizzati anche sull’effetto che il cacao può avere sul nostro cervello e ad esempio, l’assunzione di cacao ad alto contenuto di flavonoidi può migliorare di molto la sensazione di stanchezza, sia in soggetti con fatica cronica che in soggetti che soffrono di sclerosi multipla.

In più le diverse sostanza flavonoidi pare abbiano anche un effetto protettivo contro i danni neuronali e gli stati infiammatori e a quanto pare, ciò avviene grazie all’aumento della perfusione sanguigna, all’attivazione di geni coinvolti nella memoria a lungo termine e alla diminuzione della formazione di alcune molecole che vengono generate dallo stress. Ad ogni modo, in generale, è stato evidenziato da molti studi come il consumo di cacao può portare ad un miglioramento delle performance cognitive nei soggetti sani e nei soggetti con decadimento cognitivo.

A livello psicologico, invece, secondo studi scientifici il cacao può avere degli effetti molto positivi sull’umore, dal momento che riesce a contrastare i sintomi di una depressione. Questo avviene non solo grazie alla presenza di polifenoli, ma anche alla teobramina e al triptofano, un amminoacido che il nostro organismo riesce a convertire in serotonina, celebre ormone che può avere effetti estremamente positivi sul tono dell’umore.

Quale cacao o cioccolato è meglio assumere?

Chiaramente non tutte le tipologie di cacao o cioccolato possono apportare così tanti benefici. Le quantità dei flavonoidi presenti nel cioccolato possono variare in base alla pasta di cacao che lo compone. Ad esempio, il cioccolato fondente contiene maggiori quantità di flavonoidi rispetto al cioccolato al latte, mentre il cioccolato bianco non ne possiede affatto.

In più l’aggiunta di zucchero o latte nel cioccolato o nel cacao può attenuare le proprietà antiossidanti rispetto a quando è assunto “puro” ed inoltre bisognerebbe sempre calcolare il contenuto calorico dell’alimento, dal momento che il cacao così come il cioccolato sono molto calorici.

Proprio per questo è consigliato assumere del cacao in polvere o degli integratori alimentari a base di cacao così da trarre il massimo beneficio da tale alimento.

Sulla base di diversi analisi e studi, BioVale ha dato vita all’integratore alimentare naturale BioVale COR-AGE a base di cacao in polifenoli e flavanoli. L’obiettivo è di consumare regolarmente i flavanoli e i polifenoli del cacao al fine di migliorare la funzione cognitiva, mantenere l’elasticità delle arterie nel tempo così da normalizzare il flusso sanguigno e migliorare l’ossigenazione muscolare.

Scopri e acquista ora BioVale COR-AGE: l’integratore alimentare al cacao titolato in polifenoli e flavanoli.



Commentare