BLACK FRIDAY: -25% per ordini di almeno 50€ Leggi i dettagli

Rizoartrosi: che cos’è e cosa fare per alleviare il dolore
mercoledì 19 ottobre 2022

Rizoartrosi: che cos’è e cosa fare per alleviare il dolore

La rizoartrosi o rizartrosi è una patologia derivata dall’artrosi che colpisce prevalentemente la mano e il pollice. Può provare un forte dolore e curarla non è facile, ma di certo è possibile alleviare il dolore con delle terapie ben precise. Scopriamo di più.


Rizoartrosi: di cosa si tratta

La rizoartrosi è una patologia che interessa dunque le mani ed in particolare l’articolazione trapezio-metacarpale che risiede alla base del pollice e da cui dipende il movimento della mano e del pollice stesso. Si tratta di una infiammazione della zona di tipo cronico e tale patologia può svilupparsi in seguito a una serie di fattori come ad esempio: 

  • l'età;
  • l'obesità;
  • la genetica;
  • chi svolge lavori manuali ripetitivi;
  • il sesso femminile che tende ad esserne maggiormente predisposto.

Per quanto concerne il fattore età, la mano invecchia nel tempo come il resto del corpo e pertanto la cartilagine delle ossa tende a consumarsi provocando così uno sfregamento tra le ossa che porta a rovinare la zona articolare alla base del pollice. Questo va quindi a causare l’infiammazione che poi può coinvolgere tutta l’articolazione della mano. Nel caso dell’appartenenza al sesso femminile, secondo diverse statistiche, l’artrosi tende a colpire di più le donne degli uomini e può emergere durante la menopausa, quindi intorno ai 55 anni o più.

Per la predisposizione genetica, è stato constatato da diversi studi che chi soffre di rizoartrosi o di altre tipologie di artrosi, tende ad avere in famiglia altri casi della stessa patologia, anche in forma cronica. Inoltre anche l’obesità può essere un fattore determinante nell’infiammazione in quanto le cellule adipose possono produrre una sostanza che può risultare dannosa alle articolazioni mobili, e quindi anche alla cartilagine delle mani.

Tale patologia può comportare diversi problemi nella vita di tutti i giorni: può diventare complesso girare la chiave in una serratura, cucinare oppure svitare un semplice tappo. I primi sintomi di una possibile rizoartrosi possono presentarsi già intorno ai quarant’anni ma ciò non deve allarmare: si possono effettuare diverse terapie per combattere il dolore ed in più anche degli integratori alimentari o in crema possono dare il loro supporto. 


I sintomi della rizoartrosi

I sintomi di questa patologia, oltre al dolore, possono essere molteplici e in diversi punti della mano.

In particolare:

  • Dolore alla base del pollice;
  • Possibilità di suoni anomali durante l’utilizzo del pollice e dell’arto;
  • Indolenzimento dell’arto e del pollice;
  • Gonfiore della mano;
  • Rigidità dell’arto trapezio-metacarpale e difficoltà nello stendere il pollice e di altri movimenti correlati.

Quando si inizia a soffrire di questa patologia, generalmente il dolore è il primo sintomo che inizia a manifestarsi. Ad esempio se si eseguono dei particolari movimenti con il pollice, il dolore diventa sempre più forte e insistente fino a che non diventa cronico con variabile intensità nel tempo. Al culmine dell’infiammazione, il dolore e gli altri sintomi possono arrivare a manifestarsi in modo molto intenso anche durante la notte, portando anche a disturbare il sonno notturno.

Se si ignora il dolore e si trascina nel tempo la patologia, la rizoatrosi può portare anche a delle conseguenze piuttosto problematiche come:

  • Riduzione dei muscoli della mano (atrofia muscolare);
  • Deformazione a forma di z del pollice.

Pertanto è molto importante affrettarsi a risolvere tale problematica attraverso delle cure e delle terapie specifiche. Vediamo a seguire come.


Quando e come trattare la rizoartrosi?

La rizoartrosi deve essere trattata quando comincia a portare dolore, dal momento che la patologia può essere anche asintomatica. Un primo trattamento consigliato per combattere il dolore e l’infiammazione è l’utilizzo di un tutore che può essere utilizzato durante la notte e può aiutare a dare stabilità al pollice e a tutta la mano, portando così ad un graduale disinfiammo. Inoltre anche il riposo e l’applicazione di ghiaccio può aiutare anche se il modo migliore per cercare di ridurre il dolore può essere anche l’applicazione di integratori in crema antinfiammatori o l’assunzione di integratori alimentari mirati.

Se dopo alcuni mesi di terapia con il tutore, la situazione infiammatoria non riesce a migliorare, il medico potrebbe consigliare anche un trattamento con terapie fisiche presso un fisioterapista come dei cicli di onde d’urto o di terapie manuali specifiche. Se anche in questo caso la situazione del dolore non migliora, può essere consigliata un’operazione chirurgica che prevede come obiettivo la riduzione della infiammazione, del dolore e del gonfiore, potendo così migliorare la mobilità dell’arto e poter quindi riprendere le proprietà attività quotidiane senza problemi. L’intervento chirurgico più comune è chiamato trapeziectomia e artroplastica di sospensione e prevede la rimozione di una delle ossa che fanno parte della base del pollice, ovvero il trapezio, e di creare una nuova articolazione con una piccola parte di tendine prelevata dal polso. Al giorno d’oggi si tratta di una operazione chirurgica piuttosto rapida, può essere eseguita in day hospital e l’anestesia coinvolge solo il braccio e la mano coinvolta. 


Come prevenire il dolore della rizoartrosi

La rizoartrosi è l’artrosi delle mani più diffusa. Esistono anche molte altre tipologie di artrosi alle mani come l’artrosi del polso o quella alle interfalangee prossimali, ma l’assottigliamento della cartilagine articolare tende ad essere la forma più comune di questa patologia. Come abbiamo visto esistono diverse possibilità e tipologie di trattamento per curare ed alleviare i dolori derivati dalla rizoartrosi in primis il riposo, il tutore e l’applicazione di antinfiammatori.

L’integratore BioVale Flogic Crema può essere la soluzione ideale per combattere ed attenuare i dolori derivati dalle infiammazioni ed in particolare dalla rizoartrosi, avendo già una casistica numerosa, con risultati estremamente positivi.Grazie agli ingredienti al 100% naturali, BioVale Flogic Crema può alleviare i dolori anche di gonalgie, contratture, tendiniti ed epicondilite. In particolare l’integratore Flogic Crema contiene:  

  • il B-Cariofillene ovvero un terpene naturale che porta ad un immediato effetto analgesico e antinfiammatorio;
  • la Boswellia che si tratta di un antinfiammatorio naturale che riduce il dolore e il gonfiore articolare;
  • la Mirra ovvero una resina che può portare un effetto analgesico e antinfiammatorio.

Prova ora BioVale Flogic Crema: l’integratore in crema ideale per combattere le infiammazioni e ridurre il dolore derivato dalla rizoartrosi.


Commentare